IL G.E.V.

Come associarsi

Programma Escursioni

Contattaci

Direttivo

Recapiti

Il Paese

Conoscere il Monte Velino

Rifugio di Sevice

Area naturalistica M.te Velino

Flora e Fauna del parco

Le vostre impressioni...

Emozioni e Racconti

Galleria fotografica

Consigli Utili

Link utili

Carta dei Sentieri

Descrizione Sentieri

Inno del G.E.V.

 

 

Poesia per i ragazzi Del GEV

in occasione di una escursione con loro ed

una messa sul monte Velino

 

Son partito di notte con i 100 del GEV.

Salgo col passo del non allenato.

Mi chiedo perché. Cerco la luce da anni.

L’ho cercata dai miei. Loro l’hanno cercata dai loro

é così come cercare l’acqua nel pozzo,

tiri su e il secchio è sempre asciutto,

eppure l’hai preso dai tuoi,

da quelli che conosci di più.

 

E MENTRE SALI DI NOTTE, TIRI SU SECCHI SEMPRE DI PIÙ. 

 

Son venuti gli anni più belli.

Maestri, docenti, scienziati m’han detto:

risali alla storia dell’acqua nei secchi

e tutto capirai e la luce vedrai. 

 

E MENTRE SALI, DI NOTTE TIRI SU SECCHI SEMPRE DI PIÙ.

 

Albeggia ed un quesito mi pongo.

Ma il primo secchio chi l’ha donato a noi tutti?

 

E MENTRE SALI, DI NOTTE TIRI SU SECCHI SEMPRE DI PIÙ  

 

Poi all’improvviso la luce.

Sta sul monte la luce! Non sta nel pozzo laggiù!

Si la luce. Che bella La luce.

Che bella giornata ragazzi del GEV.

 

La luce ho trovato lassù. Sul monte, fra la cima e lassù.

 

Giancarlo Capobianco          Monte Velino 6 luglio 2014